Fondazione Pontificia Gravissimum Educationis

Sinodo 2018 «I giovani, la fede e il discernimento vocazionale». Inchiesta sui giovani e le loro scelte.

In vista del prossimo Sinodo che si terrà a Roma nell’ottobre 2018, la Congregazione per l’Educazione Cattolica sta realizzando, in collaborazione con la Fondazione Gravissimum Educationis, un’inchiesta che si propone di conoscere meglio le questioni relative alla gioventù di oggi. L’inchiesta intende inoltre fornire ai Padri sinodali delle rilevanze scientifiche, utili ad alimentare la discussione con e sui giovani. Questi dati favoriranno il loro dialogo e apporteranno alla Congregazione per l’Educazione Cattolica dei dati recenti e precisi sulla tematica educativa (scuole e università), che sarà oggetto di discussione durante il Sinodo. Infine, le informazioni raccolte saranno di grande utilità per orientare l’attività della Congregazione, che nei prossimi anni sarà impegnata nella preparazione di un documento concernente la pastorale universitaria.

Le seguenti tematiche costituiscono gli assi portanti dello studio e scandiscono altrettante sezioni dell’inchiesta: l’identità (il luogo del discernimento), i valori e le relazioni (il luogo della prossimità), i rapporti con il mondo e le sue istituzioni (il luogo della solidarietà). Tali direttrici sono attraversate da altrettante tematiche, che saranno considerate nello studio: il digitale (siti e servizi di rete sociale), la religione, la spiritualità e l’innovazione, che rivestono un ruolo rilevante nella vita dei giovani.

I destinatari della ricerca - che dovranno rispondere personalmente ad un questionario somministrato online sotto la supervisione di un responsabile - sono i giovani di età compresa fra i 16 e i 29 anni. Di norma, essi sono impegnati negli ultimi anni della scuola secondaria, nei primi due cicli universitari, o nell’avvio della vita professionale.

Il campione definito dal gruppo che coordina l’inchiesta è così composto: 30 università cattoliche, 30 scuole cattoliche, 10 istituzioni non cristiane e 10 istituzioni laiche. La selezione delle istituzioni partecipanti è stata fatta tenendo conto di alcuni criteri, fra i quali la rappresentatività a livello continentale, regionale (geografico), istituzionale, disciplinare e sociale (urbana/rurale). Collaborano al progetto l’Istituto Giuseppe Toniolo, la Fondazione Scholas Occurrentes e il Movimento dei Focolari, insieme a singoli esperti universitari, che apportano il loro contributo in vista della realizzazione dell’inchiesta.

Sostieni la Fondazione

Puoi sostenere le attività della Fondazione attraverso una donazione.

Fai una donazione